Ultima modifica: 27 Dicembre 2016

Scuola Infanzia

S. QUASIMODO CTAA8AL018

IMMACOLATA CTAA8AL029

MANZONI CTAA8AL04B

CARRUBBA CTAA8AL06D

M. MARANO CTAA8AL07E

La Scuola dell’Infanzia Statale si rivolge a tutte le bambine e i bambini dai tre ai sei anni di età ed è la risposta al loro diritto all’educazione e alla cura in coerenza con i principi presenti nella Costituzione Italiana della Repubblica, nella Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’ adolescenza e nei documenti dell’Unione Europea.
La funzione educativa è il tratto distintivo della Scuola dell’Infanzia per le sue peculiari caratteristiche di ambiente di vita, di relazione e di apprendimento, che la configurano come esperienza particolarmente importante per la crescita personale e sociale. E’ su questa funzione educativa di fondo che si basano tutte le scelte pedagogiche, didattiche, metodologiche e organizzative. La scuola dell’infanzia si pone come ambiente di apprendimento per ogni bambino, valorizzandone e sostenendone ogni sua specificità (il bambino con un ricco bagaglio di competenze, il bambino con diversità culturali e linguistiche, il bambino con difficoltà e fragilità, il bambino con disabilità). Infatti essa “accoglie, promuove e arricchisce l’esperienza dei bambini in una prospettiva evolutiva”.
La scuola dell’infanzia si propone anche come luogo d’incontro, di partecipazione e di cooperazione con le famiglie e con il territorio. Anche quest’anno il territorio sarà il comune denominatore a cui faranno riferimento tutti i percorsi didattici del curricolo, oltre ad uno specifico progetto extra curricolare dal titolo “RIPOSTO: tra l’Etna e lo Jonio”.

Finalità

La scuola dell’infanzia si pone la finalità di promuovere nei bambini lo sviluppo  dell’identità, dell’autonomia, della competenza, della cittadinanza.
1) Sviluppare l’identità significa:
  • imparare a star bene con sé stessi e con gli altri;
  • acquisire sicurezza nell’affrontare nuove esperienze jn un ambiente sociale sempre più allargato;
  • sentirsi ed essere riconosciuti come persone uniche e irripetibili ma con forme di identità e ruoli diversi.

2) Sviluppare l’autonomia significa:

  • gestire il proprio corpo con le sue necessità e bisogni;
  • acquisire la capacità di muoversi autonomamente nei diversi spazi e in situazioni nuove;
  • capacità di assumere comportamenti responsabili operando scelte motivate.

3) Acquisire competenze significa:

  • Capacità di raccogliere dati tramite l’osservazione, l’esplorazione e la ricerca, elaborarli  e tradurli in abilità.
  • Ascoltare e comprendere discorsi e narrazioni;
  • Raccontare e rievocare miti ed esperienze;
  • Descrivere, rappresentare ed immaginare attraverso il gioco fatti ed eventi con linguaggi diversi;
4) Sviluppare il senso della cittadinanza significa:
  • far scoprire al bambino la necessità di regole condivise nei rapporti con gli altri;
  • promuovere la consapevolezza che ognuno è portatore di diritti e di doveri;
  • assumere comportamenti corretti nei confronti del territorio in cui si vive.